5 errori da novellini nel Trading

Come perdere soldi in modo costante

trading errori

Una statistica dice che circa il 90% dei trader perde soldi. 

Alcuni dicono 97%, altri dicono 95%, ma insomma, il concetto è lo stesso, la maggior parte perde soldi. E c’è un motivo ben preciso se ciò accade, perchè la maggioranza delle persone resta impantanata nel commettere sempre negli stessi errori, che sono comuni a tutti.

Oggi andremo a vedere 5 di questi errori, quelli che personalmente ritengo i più importanti da superare e che di solito commettono i trader alle prime armi.

 

1)Mentalità da scommettitore

Il primo errore che si commette quando ci si approccia per la prima volta al trading, è quello di vederlo come fosse una roulette, o una sala scommesse. E dunque iniziare a scommettere sia al rialzo che al ribasso sulla stessa coppia di valute, guardare i propri soldi come già perduti e sacrificabili per il colpo della tua vita, voler diventare ricco con un click, raddoppiare quando si perde, e finire nel circolo vizioso e la dipendenza caratteristica del vero e proprio scommettitore compulsivo. Questa è la strada che ti porterà a bruciare più volte il conto, cadere in depressione e tornare a ricaricare il conto dicendoti che questa volta recupererai tutto ciò che hai perso. Ovviamente ciò non accadrà mai.

Quello che devi fare invece è rilassarti, prenderti un momento di riflessione, e capire che l’unico modo per guadagnare in modo costante dal trading, è quello di trattarlo per ciò che è: un’attività imprenditoriale. E come tale, per essere profittevole, richiede metodo, disciplina, competenze e soprattutto un piano!

Ps. Chi trada con il metodo Banks Mirroring utilizza le Opzioni Vanilla che permettono, tra le altre cose, proprio di eliminare gli atteggiamenti tipici degli scommettitori, a favore di un atteggiamento da “Investitore”.

2)Non avere un piano

Il secondo errore da novellino è quello di tradare senza avere un piano, senza una solida strategia di trading. Quest’unico errore è ciò che porta a molti altri errori gravissimi che si commettono agli inizi, errori come:

  • utilizzare una leva troppo alta e chiudere in preda al panico appena si va in perdita
  • spostare lo stop loss quando il prezzo si avvicina
  • chiudere un operazione prima del raggiungimento del target, o ancora più grave, non aver definito un target da raggiungere.
  • aprire e chiudere posizioni alla cieca
 
questi sono solo alcuni della miriade di errori conseguenti al non avere un piano, potrei stare ad elencarne centinaia, ma ci siamo capiti. Senza un piano di trading, si torna alla mentalità da scommettitore, e con quella potrai vincere una volta, due, con un pò di fortuna, ma poi arriva la batosta che ti porta a perdere tutti i guadagni ed il resto del conto.
 
Ps. Il metodo Banks Mirroring ti da un piano ben preciso da seguire e testato negli anni!
 

3)Lasciarsi dominare dalle emozioni

Non basta avere un piano di trading per essere profittevole in modo costante, bisogna rispettarlo! La maggior parte dei trader che hanno un piano, si lasciano possedere dalle emozioni, di qualunque tipo, mentre mettono in atto il loro piano di trading, questo le porta a sabotare inconsciamente il loro stesso piano, cercando ogni sorta di giustificazione alle loro azioni, che in realtà sono semplicemente dovute alla loro incapacità di saper gestire le emozioni.
 
Tra queste emozioni, la più ricorrente tra i principianti è senza dubbio la FOMO (Fear of missing out) ovvero la paura di essere tagliati fuori, ed è ciò che fa andare il trader novellino in OverTrading, ovvero nella ricerca disperata di segnali che gli diano conferme per entrare a mercato, causata dalla voglia irrefrenabile di tradare. Ovviamente questa voglia lo porterà a vedere cose che non ci sono nel mercato, aprire troppi trade, e perdere. Ricordate, qualità meglio che quantità.
 
La regola è: Niente emozioni mentre fai trading! Di nessun tipo, devi essere come un monaco zen, o un robot, metti in atto il tuo piano e lo rispetti e porti a termine, qualsiasi cosa accada! Se hai avuto una brutta giornata, ti è morto il gatto, o la tua ragazza ti ha lasciato, semplicemente non fare trading. Perchè le tue emozioni si rispecchieranno nelle tue prestazioni, avrai mille altre opportunità da prendere, il mercato non smette mai di darne, puoi solo beneficiarne se non entri in qualche trade mentre non sei in grado emotivamente.
 
Ps. Il metodo Banks Mirroring, con il suo approccio sul lungo termine, è in grado di bypassare le emozioni che fanno sbagliare il 90% dei traders!
 
4)Cercare la formula magica
 
Molti si approcciano al trading in cerca del metodo vincente, la formula magica, il genio della lampada che con una richiesta, o con un click, li farà diventare ricchi senza studiare, senza impegnarsi, ed addirittura senza rischiare! 
Inutile dire che queste sono storielle che vi raccontano le persone che vogliono spillarvi qualche spiccio utilizzando dei sporchi trucchi di marketing, di dubbia efficacia, puntando sulla vostra incompetenza nel settore.
 
Tra questi ci sono quelli che ricercano l’indicatore perfetto e universale che non sbaglia mai, il robottino magico che fa solo profitti senza drawdown, l’analisi tecnica, il martingala, ecc. 
Questo non vuol dire che alcuni strumenti o tecniche siano inutili, ma se il tuo approccio al trading consiste nel trovare la formula magica che senza sforzi ti farà diventare ricco, non ci sono strumenti o tecniche che potranno scongiurare il tuo fallimento.
 
Nel trading bisogna essere flessibili come l’acqua, avere tanti strumenti a disposizione ed utilizzare quello giusto al momento giusto, o combinare una serie di strumenti diversi per cercare più conferme alla propria analisi. A volte va bene, altre no. Le perdite sono inevitabili e bisogna accettarle, se non sei in grado di accettare una perdita, non puoi fare trading. Non ha senso, ed il tuo inconscio ti porterà a commettere sempre degli errori che ti costeranno caro.
 
Le formule magiche non esistono, esiste il farsi il culo, studiare, investire in sé stessi, analizzare i grafici, prendersi la responsabilità delle proprie azioni e rischiare per le proprie idee.
 
Ps. Suckerfish ti mette a disposizione degli indicatori per fare un’analisi più profonda del mercato, ma non da un sistema infallibile per diventare ricchi. Una cosa sono i dati mostrati nella piattaforma, un’altra è l’interpretazione personale di quei dati e la strategia. 
Con gli stessi dati a disposizione, due persone diverse potrebbero, in teoria, prendere due posizioni diverse sullo stesso cross ed andare in profitto entrambe.

5)Sentirsi immuni agli errori

L’ultimo ma forse il più grande errore che si commette, è quello di credere di essere immuni agli errori sopra elencati, o altri, solamente perchè adesso si conoscono questi errori. 
Nulla di più sbagliato! Anzi, forse è proprio questa presunzione che ti farà commettere molto velocemente proprio quegli errori che tanto conosci e sai di non dover commettere.
Sapere una cosa non significa saper fare quella cosa, o volerla fare. 
 
Ad esempio, tutte le persone con una patente conoscono le regole stradali ed i pericoli a cui vanno in contro se non le rispettano…EPPURE ci sono circa 172.500 incidenti stradali con feriti solo nel 2018 ad esempio, un numero piuttosto grande, non che io sia andato a cercarli su google.
Sicuramente non saranno causati tutti da una mancanza di disciplina, ma la maggior parte si.
Quelle persone conoscevano la pericolosità dei loro errori, ma li hanno commessi lo stesso perchè si credevano più furbi, svegli o onnipotenti. Il risultato? Male per sé e per gli altri.
 
Dunque quello che bisogna fare è accettare la propria natura di essere umano, e come tale, soggetto ad emozioni ed errori, e lavorare costantemente su sé stessi finché non si ottiene il risultato sperato e si diventa disciplinati quanto serve. Sicuramente ora che hai letto questo articolo sarai molto più consapevole ed attento nel tuo approccio al trading. 😉
 
Ps. Su Suckerfish.io troverai molti articoli che ti aiuteranno nella sfera psicologica, e nello sviluppo di quella consapevolezza essenziale per fare trading con profitto in modo costante

Ti piace l'articolo?

Condividi su facebook
Share on Facebook
Condividi su twitter
Share on Twitter

Commenti

Lascia un commento